21 settembre 2018
Ontologia della corrida

Ontologia della corrida

Souviens-toi d’oublier

La memoria e la corrida stanno tra loro in uno strano rapporto. Ad esempio mi ricordo benissimo tutti i locali di Madrid la prima volta che ci sono stato ma non so dire quante...

Nel corpo del Minotauro. Nota sulla corrida come rito aperto

Il problema etico della corrida interessa filosofi e animalisti, ma la prospettiva etica non spiega perché la corrida continua a esistere in luoghi, tempi e gruppi ormai distanti dalle contingenze geografiche, storiche e sociali...

Corrida: verità e menzogna

Tutto è verità e menzogna nel mondo del toro. Non troverete nessun aficionado, nessun esperto, nessun torero o allevatore o impresario che anche dalle profondità di un carattere malevolo non finisca per ricorrere alla...

Perché ci vado?

Perché ci vado? Rispondo con alcune note scritte altrove e che ripropongo qui tali e quali perché, onestamente, non saprei fare di meglio. "Come in un gioco tra animali, lo scopo della corrida è unicamente...

Il toreo invisibile

Ogni torero è il ritratto concettuale di se stesso. Quando José Tomás dice che prima di toreare lascia il corpo in albergo, non è una spacconata, sta affermando una filosofia del corpo che gli...

Tauroetica. La sfida di Savater

La casa di Fernando Savater, a Madrid, è un labirinto di libri e oggetti di ogni genere, pupazzi, chincaglieria, ninnoli. Molti quadri di cavalli, come è inevitabile per un uomo stregato dagli ippodromi fin...

Un declino morale

Di questo articolo a firma di Francis Wolff e pubblicato sul Pais alcuni anni fa proponiamo una nostra traduzione, certi che la profondità degli argomenti del filosofo ed aficionado francese sapranno interessare ogni lettore. Un...