19 marzo, festa del papà

0
364

Beverly Hills, 1958.

Dean Martin belloccio e all’ombra di due cartel taurini, gli occhi innamorati del papà a seguire i passi goffi della bimba. Ai piedi di Gina Caroline, sua figlia, un paio di zapatillas da torero.

I tempi antichi del bianco e nero, quando lo star system si affacciava dalle barreras delle arene più prestigiose di tutto il mondo, quando le attrici più famose avevano storie d’amore con i migliori toreri spagnoli, quando il grande cinema produceva pellicole taurine romantiche e vere.

Buona festa ai papà, con afición.

SHARE
Articolo precedenteLa festa infinita. Effimero
Articolo successivoLa festa infinita. Kairòs
Luigi Ronda
Luigi Ronda (Piacenza, 1973) è cooperatore, oltre che aficionado. Ad Arles pioveva e César Rincon infilò la spada in Pitillito di Cortés. Cominciò così, nel 2005.

SCRIVI UN COMMENTO