Madrid: la feria de Otoño a sorteggio

0
257
(ph) Ronda

L’immarcescibile Simon Casas ne ha pensata un’altra delle sue: con tutte le giuste critiche che si possono portare al suo concetto di tauromachia e soprattutto di impresa taurina, di certo non si può negargli fantasia e visionarietà.

Per la prossima feria de Otoño sono stati fissati quattro allevamenti, invero molto abituali in questa occasione: Puerto de San Lorenzo, Fuente Ymbro, Adolfo Martín e Victoriano del Río. Niente di nuovo sul fronte ganadero, ciò che ha il carattere della vera e propria rivoluzione è il criterio con cui saranno stabilite le terne di uomini che affronteranno i tori in questione. Nessun cedimento alle pretese dei toreri più influenti, sicuro recesso dal principio universale per cui le seconde linee si debbano digerire le bestie più complicate, nessun grattacapo per confezionare incastri che assicurino un cervellotico equilibrio.

Per Otoño i toreri saranno incasellati nelle differenti date con un sorteggio. Sarà la dea bendata a stabilire chi stoccherà gli Adolfo o chi combatterà gli atanasio di Salamanca e così per tutti gli altri. Beninteso, la mano del caso pescherà in un’urna tra nomi che avranno dato la disponibilità a questo giochino: un plateau di toreri, quattro allevamenti, sorteggio pubblico per stabilire il cartello.

Audentes Fortuna iuvat.

 

SCRIVI UN COMMENTO